Rileva alcuni insegnamenti della Bibbia riguardante Dio

Egli è:

De 6:4; 1Ti 2:5 Gv 4:24
1Gv 4:8 Ap 4:8
1Gv 1:5 Sl 11:7
Sl 139:1-4 Sl 139:7-12
Ml 3:6; Sl 102:27 Ap 16:7

 

Egli è Dio da ........................................................ Sl 90:2 (Is 40:28)

Nel nome (sing.) di chi devono battezzare i discepoli di Gesù?

.......................................................................................... Mt 28:19

Che cosa auspica Paolo ai Corinzi? (2Co 13:13) = Che con loro sia ...

.......................................................................................................

.......................................................................................................

......................................................................................................

La Parola, che più tardi divenne carne, era con ............ ed era .......... (Gv 1:1, 14)

Chi ha visto Gesù ha visto (Gv 14:9) ..................................

Che cosa fece Gesù chiamando Dio suo Padre? (Gv 5:18) ....................................................

Gesù è (Cl 1:15) ................................................................................

Mentire allo Spirito Santo è .............................................. At 5:3-4

Chi è nello Spirito? (Ro 8:9) Colui in cui abita .....................................

che equivale ad avere ................................................................ (v. 9)

il che equivale ad avere ............................................................ (v.10)

 


Risposte

La Bibbia insegna su

Dio

La parola per Dio in ebraico è ELOHIM. Essa è il plurale di ELOAH.

Dio è uno

Mosè insegnò al popolo: "SHEMÀ ISRAEL, ADONAI ELOHENU, ADONAI ECHAD", che tradotto vuol dire: "Ascolta, Israele: Il Signore è nostro Dio, il Signore è uno" (De 6:4; Mc 12:29; Is 46:9; Gv 17:3; 1Ti 2:5).

La parola ECHAD troviamo anche in Ge 2:24 dove Dio disse: "l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà alla sua moglie, e saranno una [stessa] carne". L'ebraico ha: BASAR ECHAD (carne una).
Perciò: Dio è "
uno" come marito e moglie sono "uno".

 

Dio il creatore (Ge 1:1; Mt 19:4).

Quando creò l'uomo disse: FACCIAMO l'uomo a NOSTRA immagine e a NOSTRA somiglianza".
E poi sta scritto: "Dio (
ELOHIM) creò l'uomo a SUA immagine" (Ge 1:26-27).

Dopo che l'uomo era caduto nel peccato Dio disse:
"Ecco l'uomo è diventato come uno di
NOI, quanto a conoscenza del bene e male" (Ge 3:22).

 

YHWH, il re d'Israele e il suo redentore, YHWH degli eserciti, affermò:
"Io sono il primo e l'ultimo, e fuori di me non v'è Dio (ELOHIM)" (Is 44:6).

In Ap.1:17 e 2:8 leggiamo che Gesù dice di sé:
"io sono il primo e l'ultimo" precisamente ciò che YHWH affermò di se stesso.

In Is 10:20 YHWH è chiamato "il Santo d'Israele".
In Ap 3:7 Gesù dichiara che egli è
"il Santo".
Pietro afferma (At 3:14) che gli ebrei avevano rinnegato "il Santo", Gesù.

In Is 10:21 YHWH è chiamato "il Dio potente".
In Is 9:5 il Messia viene chiamato con lo stesso nome.
Egli viene chiamato inoltre "Padre eterno".

Paolo chiama Dio: il beato e l'unico Sovrano: il Re dei re e il Signore dei signori (1 Ti 6:15).
In Ap 17:14 e 19:16 viene detto che Gesù (l'Agnello) è:
il Signore dei signori e il Re dei re.

Gesù ordinò di eseguire i battesimi "nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". (Mt 28:19).

 

Nel NT Gesù viene chiamato varie volte Dio

Gv 1:1 "la Parola era Dio",

non dio o un dio, come vogliono i TG.
Per poter mantenere la loro dottrina dicono che non si tratta di Dio nell'assoluto, perché manca l'articolo davanti a THEOS.
Il greco ha:
THEOS EN HO LOGOS.
Secondo la regola grammaticale THEOS è senza articolo, perché precede il verbo.
Un complemento predicativo determinato prende l'articolo quando segue il verbo, non quando lo precede (vedi simile esempio in Gv 19:21 BASILEÚS EIMI).Se poi Dio era da intendere come aggettivo si sarebbe dovuto usare la parola THEIOS.

Secondo Paolo aspettiamo (Tt 2:13):
"la beata speranza e apparizione della gloria del
nostro grande Dio e Salvatore, Cristo Gesù".
Pietro chiama Gesù (1 Pi 1:1):
"nostro Dio e Salvatore"

I TG inseriscono arbitrariamente in ambedue passi un articolo davanti a Salvatore. Si tratta di una persona. In greco c'è un solo articolo che unisce Dio e Salvatore; come nel versetto 11 Signore e Salvatore.
Vedi anche Fi 4:20. Un articolo unisce Dio e Padre.
Per essere coerenti i TG dovrebbero tradurre "al Dio e al Padre nostro sia la gloria".

Chi ha visto Gesù ha visto il Padre (Gv 14:9).
Tommaso disse a Gesù "Signor mio e Dio mio" (Gv 20:28).
Mentire allo Spirito Santo è mentire a Dio! (At 5:3-4).

Paolo usa indistintamente il termine "Spirito di Dio", Spirito di Cristo" e "Cristo" in Ro 8:9-11.

Conclusione:

Dio si è rivelato come Padre, Figlio e Spirito Santo,
uguali nell'essenza e distinti come persone.

Dio è spirito (Gv 4:24) e governa universalmente.

 

Come persona è

amore (1Gv 4:8),
santo (Is 6:3; Ap 4:8),
giusto (De 32:4; Sl 11:7);

Come persona eterna è

onnisciente (Sl 33:13-15; 139:1-4),
onnipresente (Sl 139:7-12; Gr 23:23-24),
immutabile (Sl 102:26-27; Ml 3:6),

Come persona che agisce è

onnipotente (Ap 16:7; Mt 19:26).

homepage - indietro