Per quale ragione sei in questo mondo?

1. LA POSIZIONE DI OGNI VERO CREDENTE

Quale è la mia posizione spirituale dal momento che ho messo la mia fiducia in Cristo?

Ef 2.06 ... Dio mi ha fatto sedere con Cristo nei cieli.
Ef 2.19 ... sono concittadino dei santi e membro della famiglia di Dio
Ef 1.13 ... ho ricevuto il sigillo dello Spirito Santo che era stato promesso

Cosa significa o garantisce questo sigillo?
Ef 1.14 ...egli è pegno della mia eredità fino alla piena redenzione

 

2. IL COMPITO DI OGNI CRISTIANO

Quale è il mio compito dal momento che ho messo la mia fiducia in Cristo? Perché Dio mi ha acquistato?

Ef 1.14 ... a lode della sua gloria

Quando sono a lode della Sua gloria?

Quando:
1. 1°Pi 2.9 ... proclamo le Sue virtù 1
2. Ef 2.10 ... faccio le opere buone che Lui ha preparate
3. Gv 15.8 ... porto molto frutto

nota 1: Tas aretas, 5x nel NT. Significa: virtù, vita virtuosa, opere meravigliose. La ND ha: "le meraviglie", però negli altri 4 passi (2Pi 1.3,5,5; Fi 4.8) traduce sempre virtù.


1. QUANDO PROCLAMO LE VIRTÙ DI DIO

Quale è la virtù d'eccellenza di Dio?
1Gv 4.9-10 ...l'amore

Come si è manifestato l'amore di Dio?
Gv 3.16 ...mandando Suo unigenito Figlio per morire per i nostri peccati.

Così quale è la ragione principale per cui vivo in questo mondo?
Per partecipare il messaggio dell'amore di Dio a coloro che non lo conoscono ancora.
Chi "non si impegna a fondo nel presentare l'Evangelo di Cristo, avrà perso la sua ragione d'essere e vivrà in aperta ribellione al suo Signore" (prefazione Principi e metodi di Evangelizzazione, Franco Santonocito).

Come si proclama le virtù di Dio?
Di principio parlandone. Ma esiste anche un altro modo: il nostro esempio* parla spesso più della nostra parola.

*Che cosa scrisse Giacomo in merito alla fede (Gc 2.14, 17) ?
Che la fede senza le opere è morta, cioè non basta parlare di ciò che crediamo, ma bisogna viverlo.
Certi credenti sarebbero disposti a dare la loro testimonianza tramite una vita buona, ma non si sentono di parlare di Dio. Ma ciò non basta. Se non comunico il Vangelo alla gente questa mi considera una persona buona e basta. Solo se aggiungo alla mia condotta anche la miatestimonianza adempio le aspettative di Dio. Ci vogliono le opere e le parole.

Testimonia la tua vita:
· Che Dio ti ha salvato in Cristo Gesù dal peccato, dall'ingiustizia, dal mondo, dalla vanità, dalla paura?
· Che Dio ha dato un senso eterno alla tua vita?
· La pace e le virtù di Dio?
· Sei un testimone secondo le intenzioni di Dio?

Perché è peccato non evangelizzare? Gc 4.17
Chi sa fare il bene e non lo fa gli è peccato.
Il Signore aspetta che sono un Suo testimone.

2. QUANDO FACCIO LE BUONE OPERE CHE DIO HA PREPARATE

Nessuno può dire di non essere capace al compito che Dio gli affida.
Dio non chiede mai qualcosa all'uomo che questo non può fare.
Dio prepara delle opere e aspetta che io le compio.

3. QUANDO PORTO MOLTO FRUTTO

Leggiamo Gv 15.1-16, il contesto di Gv 15.8. .

Che cosa dice Gesù sul portare frutto o no?

Versetto 2: chi non dà frutto sarà tolto
Versetto 2: chi dà frutto viene potato per darne di più
Versetto 4: non si può dare frutto se non si dimora in Cristo
Versetto 5: colui che dimora in Cristo porta molto frutto

A cosa serve il frutto di una pianta?

Alla moltiplicazione della specie.
Perciò tu ed io esistiamo per diventare dei genitori spirituali.
È anormale non esserlo.

Che cosa è richiesto per portare frutto?

Dimorare in Gesù.


3. IL COMPITO DELLA CHIESA

A.) TRE DIVERSE VISIONI

1° Lucido 2
Ci sono delle chiese che hanno nessuna visione per la missione. Queste chiese mettono una forte enfasi sulla separazione dal mondo. Con questa visione la chiesa vegeta o muore.
Perché? Si moltiplica solo con i propri figli.
2° Lucido
Altre chiese includono nel loro dettagliato programma di chiesa anche l'evangelizzazione del mondo.
3° Lucido
Nel terzo modello di chiesa tutte le attività di essa sono protese verso l'evangelizzazione del mondo.
Tutte le attività tendono alla moltiplicazione spirituale.

nota 2: I lucidi o i file dei lucidi possono essere richiesti

Se il compito del singolo credente è ... vivere a lode della gloria di Dio:
proclamando le virtù di Dio,
compiendo le opere buone che Lui ha preparate, portando molto frutto
quale sarà il compito della Chiesa ? La risposta dovrebbe essere ovvia.


B.) L'ORDINE DI GESÙ

Quale ordine aveva dato Gesù agli apostoli?
4° Lucido

Mt 28.19

1. Cristo ha ordinato ai suoi discepoli di discepolare tutti i popoli.

Come?
1. Dovevano andare,
2. battezzare,
3. insegnare tutte quante le cose comandate da Gesù.

Quando si esaurisce il compito che Gesù a dato ai suoi discepoli?
Quando si ha insegnato a osservare (terew, custodire, mettere in pratica) tutte le cose che Gesù aveva ordinate.
Quando la persona evangelizzata è diventata responsabile e spiritualmente capace a condurre altre persone a Cristo.

Che cosa ha chiesto Paolo a Timoteo di fare? 2Ti 2.2
"le cose che hai udite da me in presenza di molti testimoni, affidale a uomini fedeli, che siano capaci di insegnarle anche ad altri".

In che cosa si differenzia l'ordine di Paolo da quello di Gesù?
Gesù ordinò di fare discepoli tutti le nazioni, mentre Paolo ordinò di scegliere dei discepoli fedeli e capaci per affidare loro le cose che Gesù aveva comandato a Paolo. Non tutti i discepoli sono capaci a dare un insegnamento sistematico, però tutti i discepoli devono diventare capaci testimoniare.

At 1.8

2. Di essere testimoni Suoi in tutto il mondo.

Che cosa produce l'amore per Cristo? Gv 14.15, 21,23
L'ubbidienza nei confronti dei Suoi comandamenti.

Può chi non adempie questo comandamento dire che ami Gesù?
No ! Se non adempiamo il Suo mandato siamo infedeli e insoddisfatti !!!

Quale premio avranno coloro che ubbidiscono all'ordine di Gesù? Da 12.3b
Risplenderanno come le stelle in eterno.
Vedi anche Mt 13.43; Fi 3.21; 1Co 15.42-44, 49.
Nell'eternità ci saranno differenze frai credenti glorificati. Vedi 2Co 5.10.

C.) DUE PROBLEMI

1. Il problema del tempo
Probabilmente hai una agenda già troppo piena, per cui dici di non aver tempo per impegnarti per l'evangelizzazione.
Il vero problema non è che non hai abbastanza tempo, ma che probabilmente hai le priorità sbagliate.

Che cosa disse Gesù al popolo? (Mt 6.33)
"Cercate prima il Regno di Dio e la sua giustizia e tutte queste cose vi saranno date in più (in aggiunta)".
Quale cose? Vedi il contesto. = il nutrimento e i vestiti

Bisogna determinare quale è la cosa più importante nella tua vita,
porre questa al primo posto
e poi contare sulla grazia di Dio per tutto il resto !

In che modo esprimeva Paolo questo stesso concetto? (2Ti 2.4)
"Uno che va alla guerra non s'immischia in faccende della vita civile, se vuol piacere a colui che lo ha arruolato".

È importante scegliere possibilmente un mestiere che ci lascia del tempo o che ci dà la possibilità di proclamare il Vangelo2. I Cristiani dovrebbero scegliere mestieri che hanno da fare con persone e non con macchine.

Nota 2: Dovremmo anche ispirare i nostri figli in questo senso.

 

2. Il problema della capacità

1. Nessuno è capace di condurre altri a Cristo
Non siamo capaci a produrre del frutto senza Cristo.
Riconoscendo la propria incapacità siamo nella giusta posizione davanti a Dio nella quale Egli ci può usare.
Cosa disse Dio a Paolo? (2Co 12.9).
"La mia grazia ti basta, perché la mia potenza si dimostra perfetta nella debolezza". È nella nostra debolezza che si può manifestare la potenza di Cristo.
Altro esempio: Quando Mosè pensava di essere capace a liberare il suo popolo Dio non lo poteva usare. Lo mandò a fare il pastore di pecore per 40 anni. Solo allora, quando Mosè pensava di non essere capace lui era utile per Dio.

2. La capacità ci viene dato da Dio
Dio prepara le opere che noi dobbiamo fare.
Chi dimora in Lui porta molto frutto.
2Co 3:5 "Non già che siamo da noi stessi capaci di pensare qualcosa come se venisse da noi; ma la nostra capacità viene da Dio".

Cosa fece Dio con Geremia che si sentiva inadeguato al compito affidatogli? Gr 1.6-9
Mise le Sue parole nella sua bocca.

5° lucido

Come salva Dio le persone?
Gv 16.8 = lo Spirito Santo convince di peccato, ...
1Pi 1.23 = la Parola di Dio, comunicata tramite credenti e potenziata dallo Spirito Santo, rigenera.

 

D.) LA PROVVIDENZA DI GESÙ

Cosa ha dato Gesù Cristo alla Chiesa e per quale motivo? Ef 4.11-15

Ha dato apostoli, profeti, evangelisti e pastori-dottori alla Chiesa per il perfezionamento dei santi in vista dell'opera del ministero e dell'edificazione del corpo di Cristo.
Il servizio e l'edificazione vanno di pari passo.

 

E.) DUE COSE SONO NECESSARIE

Essere pieni di Spirito Santo
L'equilibrio fra avere e dare

A.) Essere pieni di Spirito Santo

Che cosa significa essere ripieno di Spirito Santo?
Non significa aver raggiunto la perfezione,
ma significa lasciarsi purificare dal Signore da ogni peccato, essere disponibili e esserGli ubbidiente.
Per condurre altri a Cristo dobbiamo essere pieni di Spirito Santo, ma per rimanere pieni di Spirito Santo dobbiamo portare altri a Cristo.

Cosa centra 1Gv 1.9 con la pienezza dello Spirito Santo?
Solo chi è purificato è pieno di SS.
Il peccato esclude la pienezza.

B) L'equilibrio fra l'avere e il dare

Dio ci ha dato tre mezzi per poter adempiere il nostro compito.

Quali mezzi ci ha dato Dio per "avere" = "ricevere"?
1. la Sua Parola, per fortificare l'uomo interiore,
2. la preghiera tramite la quale rimango in armonia con Lui,
3. la comunione con i santi.

I mezzi dell'avere sono assolutamente necessari e devono essere bilanciati con il dare.

La comunione fraterna
La Chiesa è un esercito, un corpo.

Che cosa vuol dire questo nel nostro contesto?
Nessun Cristiano è chiamato ad agire da solo!
Ogni credente è inserito in un corpo di credenti nei quali ha il suo posto preciso consegnatogli dal Signore stesso. Ogni credente deve interagire col corpo della chiesa.
Possiamo fare anche le cose per essere in vista, per realizzarci nei confronti degli altri. È come un difensore nel campo del pallone che non vuole dare la palla ad un altro ma corre per portare lui la palla nella rete dell'avversario.
È importante condividere le nostre esperienze, pregare insieme, lavorare insieme.

Che cosa succede se io prendo soltanto e non do niente?
Un credente che prende soltanto senza dare è un bambino in Cristo e carnale. Se rimane così diventa un Mare morto, un cancro nel corpo.

Esempio:
Un atleta deve mantenere l'equilibrio fra la sua dieta e il suo lavoro. Egli mangia ciò che lo fortifica e l'energia assunta viene consumato negli esercizi. Questo equilibrio lo rende forte in quanto non si crea del grasso ma si formano dei muscoli.

Un metodo di evangelizzazione

Discepolato del neoconvertito

Corso su il Vangelo di Gv.

homepage - indietro