Corso biblico sul vangelo secondo Giovanni

Capitolo 1

CHI È GESÙ? È veramente DIO?

Quando leggiamo un libro è bene sapere per quale motivo fu scritto.

Qual'è lo scopo dell'evangelo di Giovanni? Leggi il capitolo 20:30-31 e rispondi nello spazio sottostante.


Leggi tutto il capitolo.
Segna in giallo il sostantivo "Parola" e i pronomi (le parole che prendono il posto di un nome) che si riferiscono alla Parola.
Fai un elenco di tutto ciò che viene detto della Parola.

Dio si fa conoscere
Attraverso chi si rivelò l'invisibile Dio? (1:1,18)


Che cosa è diventato "la Parola"? (1:1,14)


Di chi parlano i versetti 10-13?


Da che cosa lo comprendi?


Cosa ha fatto il mondo?


Chi erano i Suoi?


Che cosa hanno fatto i Suoi?


Quale diritto fu dato a coloro che Lo hanno ricevuto? (1.12)


Qual'era il compito di Giovanni?


Fai un elenco di tutte le cose che Giovanni disse di Gesù.




Quali persone vengono menzionate nei versetti 40-51 e che cosa dissero di Gesù?

1.
2.
3.
4.

Che cosa è venuto a fare Gesù sulla terra? (1.29)



Gesù come ha tolto via il peccato da questo mondo? (Gv 19:16-18)

.................................................................................................

Capitolo 2

Leggi il capitolo due e segna le espressioni che riguardano il tempo (= i riferimenti cronologici: allora, dopo, quando, il giorno dopo, Pasqua).
È importante sapere quando accade una cosa. Come segno puoi usare un orologio.

Rileggi il capitolo 1 e fa lo stesso.

Rileggi tutti e due i capitoli e segna i luoghi in cui qualcosa avvenne. Con ciò stabilisci il contesto (ciò che va col testo).
Il contesto può essere storico, geografico, cronologico, culturale ecc.

SEGNI E SALVEZZA

Il segno o il miracolo dell'acqua cambiata in vino (2:1-15)

I discepoli furono condotti alla Luce, il Signore Gesù Cristo, tramite la testimonianza di Giovanni Battista. Questi discepoli portarono a loro volta, altri uomini a Lui, tramite la loro testimonianza. Alcuni furono condotti alla Luce tramite i miracoli che Gesù compì. I miracoli avevano lo scopo di confermare la persona e il messaggio di Cristo. I miracoli compiuti da Cristo ci fanno comprendere quali cose sono sotto il Suo controllo.

Il miracolo alle nozze di Cana è il primo dei miracoli, o segni, di Gesù e mostra il Suo potere divino sulla natura. Giovanni ci dice che i segni di cui fu testimone furono inclusi nel suo vangelo per uno scopo ben preciso.

1. Quale? (20:30-31).


2. Chi fu invitato alle nozze di Cana? (2:1-2)



3. Che cosa manifestò Gesù in questa occasione? (2:11)



4. Quale fu il risultato di questo miracolo? ( 2:11)


Qualche tempo dopo questo miracolo, Gesù si recò a Gerusalemme e purificò il Tempio. Ne seguì una discussione con i Giudei che gli dette l'opportunità di rivelare un'importante verità concernente il Suo corpo.

5. In che cosa era stato trasformato il Tempio di Dio? (2:16)


6. Quale fu la sorprendente dichiarazione di Cristo? (2:19)


7. Che cosa intendeva dire? (2:21)


8. Che cosa successe prima che i discepoli capissero questa affermazione? (2:22)



In questo racconto della vita di Cristo, puoi vedere alcune persone che vengono alla Luce, mentre altre, incredule, la rifiutano. L'incredulità respinge ciò che Dio ha rivelato chiaramente riguardo a Gesù Cristo.

Capitolo 3

La nuova nascità (3:1-36)

Nel vangelo di Giovanni vedremo Cristo denunciare quei religiosi ipocriti che non ricercano sinceramente la verità. Lo vedremo infinitamente paziente di fronte alla gente sinceramente interessata, o persino di fronte a quelli che dubitano onestamente. Nel capitolo 3 troviamo uno dei più famosi colloqui di Gesù con un uomo, Nicodemo.

1. A quale ceto sociale apparteneva Nicodemo? (3:1)

(I Farisei erano membri di una setta religiosa giudaica strettamente ortodossa).
2. Che cosa affermò Gesù in modo dogmatico a quest'uomo religioso? (3:3)


Nel versetto 5 Gesù spiega che uno dev'essere nato "d'acqua e di spirito". Efesini 5:26 paragona la Parola di Dio (la Bibbia) all'acqua che purifica. Nel vangelo di Giovanni 15:3 Gesù dice: "Voi siete già mondi (purificati) a motivo della Parola che vi ho annunziata".

3. Cosa rispose Gesù alla domanda di Nicodemo? (3:7)


4. Quale illustrazione dell'Antico Testamento Cristo adopera per riferirsi alla Sua crocifissione? (3:14)


Il serpente di rame innalzato da Mosé nel deserto, fu il mezzo di guarigione per coloro che morivano a causa dei morsi dei serpenti velenosi. Chiunque guardava il serpente innalzato veniva istantaneamente guarito. Esso era un simbolo del peccato e raffigura Gesù che diventò peccato al posto del peccatore e venne innalzato sulla croce per la nostra guarigione spirituale.

5. In che modo Dio ha mostrato il Suo amore? (3:16)


6. Perché Dio mandò Suo Figlio nel mondo? (3:17)


7. In base a che cosa Dio condannerà gli uomini? (3:18)


Nicodemo era un altolocato capo religioso che riconosceva che il ministero di Gesù Cristo aveva l'approvazione di Dio, e venne condotto a Gesù dai suoi miracoli. Il Signore Gesù va al di là di questa sua fede superficiale e dice a Nicodemo che deve ricevere una nuova vita. Gli dice espressamente: "Devi nascere di nuovo".

8. Perché gli uomini amano più le tenebre che la luce? (3:19)

9. La vita fisica finirà un giorno, ma la vita che Dio dà è una vita che non finisce mai. Giovanni 3:16 ci dice come possiamo godere personalmente di quello che Dio ha fatto.
Scrivi il tuo nome negli spazi vuoti:

"Poiché Dio ha tanto amato.............................che ha dato il Suo Unigenito Figlio (Gesù)

affinché se .............................. crede in Lui (Gesù), non perisca, ma abbia la vita eterna".

10. Che cosa devi fare per avere la vita eterna?

...........................................................................................................................

11. Che cosa succede a quelli che non credono in Gesù?

a. Giovanni 3.18 .......................................................................

b. Giovanni 3:36 .......................................................................

Segna le parole credere, luce e vita. Quante volte hai incontrato le parole credere (incluso creduto e sinonimi), luce, e vita nei 3 capitoli

 

Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3

credere      
luce      
vita      

DOMANDE DI CONTROLLO

Hai appena studiato delle importante verità nei capitoli 2 e 3 di Giovanni. Ripassa i capitoli 2 e 3 di Giovanni nella Bibbia, poi rileggi le domande e le risposte che hai scritto. Se non sei sicuro di qualche risposta, rileggi i passi biblici indicati e cerca la risposta esatta. Poi rispondi a queste domande di controllo per valutare il grado di apprendimento delle verità già studiate.

Davanti ad ogni affermazione scrivi "vero" o "falso".

1. Maria disse ai servi di fare ciò che Cristo avrebbe loro detto.
2. Il primo miracolo ricordato da Giovanni fu quello dell'acqua cambiata in vino.
3. Molti credettero nel nome di Cristo quando videro i suoi miracoli.
4. Nicodemo era un uomo religioso.
5. Il serpente innalzato nel deserto era una figura di Cristo innalzato in croce.
6. Gesù disse che se fai parte di una chiesa, puoi entrare nel regno dei cieli.
7. Nel capitolo 3 del vangelo di Giovanni, Gesù insegna che se facciamo le buone opere, possiamo guadagnarci la vita eterna.

 

Capitolo 4

L'ACQUA VIVA: "la vita eterna"

1. La donna che Cristo incontrò alla fonte era di buoni costumi? (Gv 4:18)


2. Che cosa le offrì Cristo? (Gv 4:13,14)


3. Quale fu la sua reazione? (Gv 4:15)


4. Come cercò di cambiare argomento la donna, quando Gesù le rivelò il suo peccato? (Gv 4:20)


5. Che cosa fece quando realizzò veramente chi era Gesù? (Gv 4:25-30)


È da notare come il Signore Gesù dica chiaramente alla donna che è una peccatrice. La confessione del peccato e il vero pentimento sono il primo passo verso una giusta relazione con Dio. L'acqua viva può scaturire solo qualora il peccato venga eliminato.
I samaritani discendevano dall'incrocio del popolo d'Israele con un popolo straniero (Giovanni 4:9).
Il monte Garizim è un posto in cui i Samaritani si recavano per adorare (Giovanni 4:20).
"La salvezza viene dai Giudei" La Bibbia ci è pervenuta tramite i Giudei e anche Cristo è nato nel popolo giudaico (Gv 4:22).

Alla donna Samaritana Cristo:

6. offrì dell'acqua viva che ................................................................

...................................................................................(Gv 4:10, 14).

7. insegnò che quelli che adorano Dio ...............................................

..........................................................................................(Gv 4:24).

8. rivelò di essere ..............................................................(Gv 4:26).

Il versetto 24 è molto importante, perciò ti suggerisco di impararlo a memoria.

Il secondo miracolo ricordato da Giovanni è la guarigione del figlio dell'ufficiale reale (4:43-54). Questi "credette alla parola che Gesù gli aveva detta". La fede (fiducia completa) è basilare per ricevere ciò che Cristo è disposto a dare.

DOMANDE DI CONTROLLO

Davanti a ogni affermazione scrivi "vero" o "falso".

1. La donna Samaritana aveva vissuto una vita immorale.
2. Gesù disse che le avrebbe dato "l'acqua viva".
3. Bisogna adorare Dio in silenzio e in chiesa.
4. Molti dei Samaritani credettero in Gesù.

 

Capitolo 5

La guarigione di un paralitico

Il terzo miracolo, la guarigione di un uomo paralitico da 38 anni, venne compiuto in giorno di sabato. Questo fatto suscitò l'ira dei Giudei, poiché il sabato era il loro giorno dedicato al riposo e all'adorazione. Cristo venne perciò perseguitato dai suoi nemici, che cercarono addirittura di ucciderlo.

1. Che cosa disse Gesù al paralitico? ................................................................................... (Gv 5:8)

2. In quale giorno Gesù lo guarì? ........................................... (Gv 5:9)

3. Che cosa gli disse Gesù nel tempio? (Gv 5:14)

Gesù si difese dicendo che Dio operava anche in giorno di sabato. Questo fece adirare i Giudei ancora di più, poiché Gesù pretendeva di essere uguale a Dio.

4. Quali erano le due ragioni per le quali i Giudei cercavano di uccidere Gesù? (Gv 5:18)

a. ...................................................................................................

b. ...................................................................................................

5. Come possiamo avere la salvezza? (Gv 5:24)


6. Quali tre cose succedono quando uno ascolta le parole di Gesù e crede? (Gv 5:24)


L'affermazione di Gesù circa la Sua relazione con Dio gli valse l'accusa di bestemmia (Gv 5:19-23). Poi Egli dichiarò di essere il Mediatore, colui che sta tra Dio e gli uomini (Gv 5:24-29). L'uguaglianza tra Dio Padre e Dio Figlio è tale che "chi non onora il Figlio non onora il Padre che l'ha mandato"(5:24).

7. A chi ha affidato il Padre tutto il giudizio? (Gv 5:22)


8. Quali persone, o quali cose, testimoniano che il Padre ha mandato Cristo?

a. Gv 5:33

b. Gv 5:36

c. Gv 5:37

d. Gv 5:39

9. Chi è la fonte della vita? (Giov 5:26)


DOMANDE DI CONTROLLO

Davanti a ogni affermazione scrivi "vero" o "falso".

1. Gesù guarì il figlio dell'ufficiale reale senza andare a casa sua.
2. Il paralitico voleva essere guarito nella vasca Betesda.
3. Gesù ritrovò l'uomo miracolato nel tempio.
4. Dio ha affidato tutto il giudizio a Suo Figlio.
5. La più grande testimonianza riguardante Cristo fu quella di Giovanni Battista.
6. Le Scritture non testimoniavano di Cristo.

 

Capitolo 6 : 1-15

IL PANE

Il quarto miracolo

Questo è l'unico miracolo ricordato in tutti e quattro i vangeli.

1. Quanti uomini erano presenti in questa occasione, oltre le donne e i bambini? (vs. 10)

2. Perché questa gran moltitudine seguiva Gesù? (vs. 2)


3. In che modo la gente ripete oggi ciò che fece la moltitudine secondo il versetto 2?


4. In che modo noi assomigliamo a Filippo e ad Andrea? (vss. 5-9)


Con questo miracolo Cristo mostrò che non c'erano limiti alla Sua potenza. Il versetto 15 ci dice che come risultato, la folla voleva farLo re per forza. Egli avrebbe cosi potuto provvedere a ogni loro bisogno materiale, senza che loro si affaticassero più.

Il quinto miracolo - Giovanni 6: 16-21

Gesù cammina sul mare

Gesù dimostrò di essere Signore sulle leggi naturali.

Nei vss. 22 - 65 riprende il soggetto del pane. Gesù disse in questo passo: "Io sono il pane della vita".

5. Perché la folla aveva seguito Gesù? (vs. 26)


6. Qual è l'unica opera che possiamo fare per piacere a Dio, secondo il versetto 29?


7. Secondo te, in che modo Gesù assomiglia al "pane"? (vs. 35)


8. Che cosa è la volontà di Dio Padre? (vs. 40)


9. Secondo il vs. 47, in che modo si ottiene la vita eterna?


10. Che cosa significa "pane" in questo passo? (vs. 51)


Gesù, quando disse che bisogna mangiare la Sua carne e bere il Suo sangue, intendeva ribadire la necessità di appropriarsi del sacrificio che stava per fare per noi. Gesù deve essere ricevuto nel cuore per fede e "diventare nostro".

11. Quale fu il risultato di questo discorso? (vs. 66)


Questi "discepoli" ("discepolo" significa: chi impara) erano "discepoli temporanei", e furono sconcertati dal discorso di Gesù.

Essi erano ........................ (vs. 61)

12. Quale fu invece la confessione di Simon Pietro? (vs. 68, 69).


Capitolo 7

CONTROVERSIE RIGUARDO A GESÙ

1. Quali parenti di Gesù non credettero in Lui? (vss. 2-5)


2. Quali erano alcune delle opinioni riguardo a Gesù? (vss. 12, 20, 26-27, 31, 40-43,46)


3. Quale promessa fece Gesù riguardo a sé stesso? (vs. 17)


Vuoi conoscere veramente chi è Gesù e fare la volontà di Dio?

La festa delle Capanne era una delle tre feste più importanti dei Giudei. Durava sette giorni e consisteva nella costruzione di abitazioni temporanee, fatte con rami e foglie. La gente abitava in queste dimore durante la festa, in memoria di come erano vissuti i loro antenati durante l'esodo dall'Egitto. Ogni giorno si compiva la cerimonia di attingere una brocca di acqua e portarla nel tempio. Su questo sfondo, Gesù si presenta come colui che può soddisfare veramente la sete.

4. Che cosa intendeva Gesù quando disse: "Chi crede in me..., fiumi d'acqua viva sgorgheranno dal suo seno"? (vs. 39)


5. Come si ottiene quest'acqua viva? (vs. 38)


Gesù affermò di essere il pane della vita e l'acqua viva, tutt'e due elementi essenziali alla vita.
Sei assetato? Il Signore disse in Isaia 55:1: "O voi tutti che siete assettati, venite alle acque, e voi che non avete danaro venite, comprate, mangiate! Venite, comprate senza danaro, senza pagare..." Tu puoi attingere di quest'acqua credendo in Cristo e accettandolo nella tua vita quale tuo Salvatore personale dal peccato. Egli promette di dare "fiumi d'acqua viva" a chiunque viene a Lui.

DOMANDE DI CONTROLLO
Davanti a ogni affermazione scrivi "vero" o "falso"

1. Gesù provvede ai bisogni fisici di più di 5.000 persone.
2. La cosa più importante per noi è di adoperarci per soddisfare nostri bisogni materiali.
3. La gente seguiva Gesù soprattutto perché si interessava alle verità spirituali che Egli insegnava.
4. Il fatto che Gesù operava miracoli indusse tutti a credere in Lui.
5. Quando Gesù affermò di essere il pane della vita, intendeva dire che il modo per avere la vita eterna è di mangiare l'ostia.
6. La moltitudine era tutta d'accordo su chi era Gesù e era disposta a seguirLo.
7. Gesù sapeva fin dall'inizio chi l'avrebbe tradito.

Capitolo 8

"Io sono la LUCE del MONDO"

Il capitolo 8 si apre con la storia della donna colta in flagrante adulterio. I capi religiosi presentarono il caso a Gesù per poterLo prendere in fallo. L'atto compiuto dalla donna era senza dubbio peccaminoso, ma Cristo non avrebbe permesso che degli uomini, essi stessi peccatori, additassero il peccato della donna e celassero quelli da loro stessi compiuti.

1. Perché gli scribi e i farisei portarono questa donna a Cristo? (vs. 6)


2. Come fece Cristo a evitare la trappola tesagli dai suoi nemici? (vs. 7)


3. Quanti si convinsero personalmente del peccato, secondo la risposta di Cristo? (vs. 9)


Cristo disse alla donna: "Va' e non peccare più". La stessa cosa dice a tutti noi. Egli, la luce del mondo, è venuto a dissipare le tenebre del peccato. Come la luce rivela la sporcizia, cosi la santità di Cristo rivela il peccato dell'uomo e il Suo potere lo elimina. Gesù, la luce del mondo, può persino illuminare le tenebre della morte.

4. Qual è l'opinione di Cristo intorno a quelli che commettono il peccato? (vs. 34)


5. Quale liberazione dal peccato garantisce Cristo a coloro che Lo accettano come loro personale Salvatore? (vs. 36)


6. Che cosa promette Cristo a quelli che osservano le sue parole? (vs. 51)


7. Chi testimonia di Cristo oltre a Lui stesso? (vs. 18)


8. Conoscere Cristo significa conoscere qualcun'altro? chi? (vs. 19)


DOMANDE DI CONTROLLO
Accanto a ogni affermazione scrivi "vero" o "falso".

1. Gesù condannò la donna colta in adulterio.
2. Gesù le disse: "Vai e non peccare più".
3. Gesù disse: "Se conosceste me, conoscereste anche il Padre mio".
4. Una persona può essere un vero discepolo di Cristo e ignorare allo stesso tempo la Parola di Dio.
5. Cristo disse che la legge di Mosè avrebbe liberato gli uomini dal peccato.
6. Abramo si rallegrò nel vedere il giorno del Messia, Gesù Cristo.
7. Gesù disse che il diavolo era il padre dei Farisei, benché fossero uomini religiosi.

Capitolo 9

LA VISTA: "Ora ci vedo"

Nel capitolo 8 Gesù dichiara di essere "la Luce del mondo". Nel capitolo 9 Egli afferma la stessa cosa e ne dà una prova donando la vista a un cieco. Gesù ha il potere di dare sia la vista fisica, che quella spirituale.

1. Perché quest'uomo nacque cieco? (vs. 3)


2. In quale giorno della settimana Cristo lo guarì? (vs. 14)


3. Quale fu la testimonianza del cieco? (vs. 25)


4. Quale domanda rivolse quest'uomo ai Giudei? (vs. 27)


Il prezzo che si deve pagare per avere accettato Cristo è, talvolta, alto. L'uomo che accettò il dono di Dio fu cacciato dal tempio. Dopo aver letto questo capitolo, hai avuto l'impressione che il cieco risanato considerasse troppo alto il prezzo da pagarsi?

5. Quale fu il suo atteggiamento verso Cristo quando ne scoprì la vera identità? (vs. 38)



6. Quale fu l'accusa che Cristo mosse contro i Farisei? (vs. 41)



L'atteggiamento dei Farisei dovrebbe insegnarci a rimanere saldi nella verità. La loro religiosità era puramente esteriore, in quanto avevano già deciso nei loro cuori di rifiutare Cristo. Essi non Lo riconoscevano Figlio di Dio, perché, se lo avessero fatto, avrebbero dovuto logicamente servirLo e adorarLo. Essi chiusero i loro occhi alla verità, diventando così ciechi.
Sono aperti i tuoi occhi? Stai cercando la verità di Dio?

Preghiera: "O Dio, crea in me un cuore puro e rinnova dentro di me uno spirito ben saldo. O Dio, dammi la saggezza di prendere una decisione e il coraggio di seguirla. Amen".

DOMANDE DI CONTROLLO
Accanto a ogni affermazione scrivi "vero" o "falso".

1. Gesù guarì un uomo che era nato cieco.
2. I Farisei apprezzarono la sua testimonianza.
3. I Farisei lo cacciarono dal tempio.
4. Gesù si fece conoscere dall'uomo che aveva guarito.

 

Capitolo 10

"Io sono il BUON PASTORE"

Nella Bibbia, la cura che Dio ha per i Suoi figli è spesso paragonata a quella che un pastore ha per le sue pecore. Gesù infatti, si dichiarò egli stesso la Porta dell'ovile: "Io sono la porta; se uno entra per me, sarà salvato, entrerà e uscirà, e troverà pastura". (Questa è la terza grande dichiarazione che inizia con le parole: "Io sono").

1. Che cosa Cristo dichiarò di essere? (vs. 7)


2. Chi è l'unica persona che può salvare? (vs. 9).


3. Che tipo di vita dà il buon Pastore? (vs. 10)


4. Che cosa dovette fare il buon Pastore prima di poter dare la vita abbondante? (vs. 11)


5. Quale fu l'atteggiamento di Cristo verso le pecore che non erano dell'ovile ebraico? (vs. 16)


6. La morte di Cristo fu accidentale? (vs. 17)


Egli non è soltanto la Porta dell'ovile, ma anche il buon Pastore che cura le Sue pecore. (Questa è la quarta affermazione che inizia con le parole: "Io sono"). Il buon Pastore dà la Sua vita per le pecore.

7. Qual'è un'altra caratteristica della vita che il buon Pastore dona alle sue pecore? (vs. 28).


8. Con quali parole, Gesù dichiarò la Sua deità? (vs. 30)


Gesù camminava nel tempio quando fece questa dichiarazione, e irritò talmente i Giudei che desiderarono la sua morte. Già diverse volte avevano cercato di ucciderlo, sempre per la stessa ragione: si dichiarava uguale a Dio. Non avevano alcun dubbio su chi dichiarasse di essere.


Capitolo 11

"Io sono la RISURREZIONE e la VITA"

"Il salario del peccato è la morte" (Romani 6:23). Poiché "tutti hanno peccato", tutti devono aspettarsi di morire. La morte non incute alcun timore all'uomo, o alla donna, che conosce Gesù Cristo come personale Salvatore e Signore. Gesù, infatti, ha patito la morte per ogni uomo e le ha tolto il suo pungiglione, conquistando la morte. Al vero credente Egli dice: "Perché io vivo, tu vivrai".

1. Cosa disse il Signore riguardo alla malattia del Suo amico Lazzaro? (11:4)


2. Come espresse Marta la sua fiducia in Cristo? (vs. 22)


3. Cristo che cosa dichiarò di essere (vs. 25) ?


Nel capitolo undicesimo vediamo la potenza di Gesù sulla morte, quando risuscita Lazzaro, morto da quattro giorni. Questo è il settimo miracolo menzionato da Giovanni e, sotto certi aspetti, è forse il più grande. Risuscitando Lazzaro, Gesù mostrò di essere Colui che dà la vita.

4. Qual'è la grande confessione di fede che assicura al credente che Cristo libera dalla morte? (vs. 27)


5. Cosa fece Gesù per dimostrare la veridicità delle Sue dichiarazioni? (vss. 43, 44)



6. Vi furono due reazioni diverse verso Cristo da parte delle persone che avevano assistito a questo miracolo. Quali? (vss. 45, 46)




A Marta Gesù disse: "Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; e chiunque vive e crede in me, non morirà mai". Questa è la quinta grande dichiarazione che inizia con le parole: "Io sono". Sono parole che gli uomini desiderano tanto sentire poiché tutti temono la morte. Quanto ci rallegra il fatto che Cristo dimostrò potentemente la veridicità delle Sue parole, facendo risorgere i morti!

"Credi tu questo?" (Giovanni 11:26). Cristo oggi rivolge a te la stessa domanda che rivolse a Marta. Qual è la tua risposta sincera?


Preghiera: "Signore, aiutami a credere nella Tua promessa, che se pongo la mia fiducia interamente in Te, vivrò anche se muoio".



Capitolo 12

"Ecco, il tuo RE viene"

Nei seguenti capitoli si parla dell'ultima settimana della vita di Gesù. La cena ebbe luogo il venerdì sera.

1. Chi era presente alla cena offerta a Gesù? (vss. 1-3)


2. Che cosa fece Maria, la sorella di Lazzaro, durante la cena? (vs. 3)


3. Che valore aveva questo profumo? (vs. 5). (La paga media per un operaio di quei tempi era di circa un denaro al giorno).


4. Come considerò Gesù l'atto di Maria? (vs. 7)


5. Cosa fece e cosa non fece Gesù quando Giuda criticò l'azione di Maria (vss. 7-8).


6. Fino a che punto i capi sacerdoti erano disposti ad arrivare nella loro opposizione a Gesù? Perché? (vss. 10, 11, 19)


7. Come si comporta la gente menzionata nei vss. 12, 13? (Osanna significa .. salva ora!"). Perché? (vss. 13, 17, 18)


L'entrata di Gesù in Gerusalemme (Sion), seduto sull'asinello, era l'adempimento della profezia di Zaccaria 9:9. Agendo così, Gesù dichiarava di nuovo di essere il promesso Messia.
Dopo questa accoglienza così calorosa da parte della gente, Gesù comincia ad avvertire i discepoli della Sua morte imminente.

8. Quale avvertimento il Signore dà anche a noi nei vss. 25 e 26?


9. Perché alcuni credenti non prendono posizione nei confronti del Signore? (vss. 42, 43)


10. Chi respinge il Signore Gesù dovrà un giorno affrontare il giudizio. Quale sarà il metro usato per giudicarlo? (vs. 48)



DOMANDE DI CONTROLLO

Davanti a ogni affermazione scrivi "vero" o "falso".

1. Maria unse i piedi di Gesù in vista della Sua morte imminente.
2. Giuda criticò questo atto di Maria perché si preoccupava per i poveri.
3. Tutti coloro che erano stati testimoni dei potenti miracoli di Gesù credettero in lui.
4. Chi riceve Cristo sarà un giorno giudicato dalla sua Parola.

 

Capitolo 13

IL SERVO "vi ho lavato i piedi... vi ho dato un esempio"

1. Secondo te, quale lezione volle insegnare Gesù ai Suoi discepoli lavando loro i piedi?


Versetto 10: Gesù vuole far capire ai discepoli che chi è stato purificato dal peccato non perde tutto se pecca dopo la sua purificazione, ma ha solo bisogno di confessare tale peccato per essere da Lui di nuovo purificato.

2. Perché il credente deve prendere la posizione del servo verso gli altri? (vss. 14, 15)



3. È stato Dio a costringere Giuda a tradire il Signore? Spiega la tua risposta. (vedi vs. 2).


4. Quale comandamento "nuovo" Gesù dà ai Suoi discepoli? (vs. 34, 35). Se ubbidiscono, quali saranno i risultati?


DOMANDE DI CONTROLLO

Davanti alle affermazioni scrivi "vero" o "falso".

1. Chi segue Gesù deve essere pronto a servire gli altri.
2. Un atteggiamento di amore verso gli altri rivela che uno è un vero discepolo di Gesù.

 

Capitolo 14

"Io sono la VIA, la VERITÀ e la VITA ..." (14:6)

Il discorso di Gesù la sera prima di morire viene ricordato nei capitoli 14 a 16. Lo scopo è di preparare i Suoi discepoli alla Sua morte e di consolarli, piuttosto che occuparsi di sé stesso e di ciò che gli stava davanti. Per consolarli, Gesù diede loro alcune esortazioni insieme a delle promesse.

1. Quale promessa di Gesù troviamo nei vss. 1-3?


2. Quale è la via al Padre? Vi è un'altra via? (v. 6)


3. Che cos'altro affermò di essere Gesù? Che cosa significa? (v. 6)


Questa è la sesta grande affermazione "Io sono..." di Gesù. Proprio come il Padre è verità e vita, così lo è anche Gesù. Egli è l'unico mezzo di accesso al Padre perché è l'unico che è venuto dal Padre.

4. Quali affermazioni di Gesù mettono in rilievo la Sua deità? (vss. 7-11)


5. Quale promessa meravigliosa ha fatto Gesù (vss. 13 e 14)?


6. Qual è la prova del nostro amore per il Signore? (vss. 15 e 21)


7. Secondo la promessa di Gesù (vss. 16-18) chi sostituisce ora la Sua presenza fisica sulla terra?


È chiaro che le Scritture insegnano la deità di Cristo, essendo Lui il Figlio di Dio e uno negli intenti e in essenza con il Padre (vedi Giovanni 1:1, 2; 10:30; 14:9; 20:28). Allora, che dire del vs. 28: "...il Padre è maggiore di me"? In quel momento, il Padre era davvero maggiore in gloria e in ufficio, perché il Figlio si era abbassato e era pronto a morire in croce. Ora è di nuovo glorificato e sovranamente innalzato, ha il nome che è al di sopra di ogni nome ed è proprio davanti a Lui che si piegherà ogni ginocchio (Filippesi 2:9, 10).

DOMANDE DI CONTROLLO

Davanti a ogni affermazione scrivi "vero" o "falso".

1. Gesù è una delle tante vie che portano a Dio.
2. Gesù disse: "Io sono nel Padre e il Padre è in me".
3. Se si ama veramente Dio, si osservano i Suoi comandamenti.
4. Lo Spirito Santo ci aiuta a comprendere gli insegnamenti della Bibbia.
5. Gesù è inferiore a Dio Padre.

 

Capitolo 15

"Io sono LA VERA VITE"

1. In Giovanni 15:1 troviamo l'ultima delle grandi dichiarazioni: "Io sono". Cerca le altre.

1. ..............................................................................................6:48

2. ...............................................................................................8:12

3. ..............................................................................................10:9

4. ..............................................................................................10:11

5. ..............................................................................................11:25

6. ..............................................................................................14:6

7. ..............................................................................................15:1

2. Chi sono: la vite, il vignaiolo, i tralci? (vss. 1-4).



3. Che cosa deve produrre il tralcio per soddisfare il Padre? (vss. 2, 6)


4. A quale condizione viene esaudita la preghiera, secondo il vers. 7?



5. Per quale ragione dovremmo osservare la Parola di Dio? (vss. 10, 11).



6. Qual è il "comandamento nuovo" di Gesù? (v.12) Quale esempio dovremmo seguire, nell'ubbidire a esso?


7. Che reazione può aspettarsi il credente da coloro che non sono credenti? (vss. 18-20)



8. Di chi rende testimonianza lo Spirito Santo? (vs. 26)


9. Qual'è per noi il risultato pratico di questa testimonianza? (vs. 27)



DOMANDE DI CONTROLLO

Davanti a ogni affermazione scrivi "vero" o "falso".

1. Dio opera nella vita del credente per portare il Suo frutto in lui.
2. Dio vuole dare al credente pace e gioia.
3. Gesù ci chiama "servi".
4. Il mondo ama i discepoli di Gesù.
5. Si può amare Dio Padre e nello stesso tempo disprezzare Gesù.

 

Capitolo 16

"Verrà a voi il CONSOLATORE" (16:7)

1. Secondo i primi tre versetti del capitolo 16, quale sorte devono aspettarsi i discepoli di Gesù?


Da parte di chi?


2. Perché era utile per i discepoli che Gesù se ne andasse? (v. 7)


3. Quali sono alcuni dei ministeri dello Spirito Santo?

(v. 8)

(v. 13)

(v. 14)

4. Gesù a che cosa paragona la tristezza futura dei suoi discepoli? (v. 21)


5. Perché il dolore dei discepoli sarebbe stato mutato in gioia? (v.22)


6. Secondo il v. 24, che cosa avrebbe completato la gioia dei discepoli?


7. Che cosa deve esserci di incoraggiamento nella tribolazione? (v. 33)


DOMANDE DI CONTROLLO

Davanti a ogni affermazione scrivi "vero" o "falso".

1. I discepoli avrebbero sperimentato una buona accoglienza da coloro che non amavano il Signore.

2. Gesù stava per lasciare i discepoli, per andare da un'altra parte della Palestina.

3. Gesù disse che Satana, il principe di questo mondo, era già stato giudicato.

4. Uno dei ministeri dello Spirito Santo è di innalzare o glorificare Gesù.

5. Gesù profetizzò che i discepoli l'avrebbero abbandonato.

6. Nella Sua preghiera, Gesù rivela che la Sua sottomissione al Padre.

 

Capitolo 17

LA PREGHIERA DI GESÙ

1. Secondo il v. 3, in che cosa consiste la vita eterna?


2. Che cosa ha convinto i discepoli della deità di Gesù? (v. 8)


3. Per che cosa Gesù pregò per i Suoi discepoli? (v. 11)


4. Come possiamo avviene la nostra santificazione? (v. 17)


Santificare significa "mettere da parte per l'uso di Dio".

5. Qual'è uno degli scopi dell'unità fra i credenti? (v. 21)


6. Qual è il desiderio di Cristo per noi? (v. 24)


Gesù fece questa preghiera poco prima di essere arrestato e messo a morte. Le Sue richieste sono quattro: preservazione (v. 11), santificazione (v. 17), unità (vss. 11, 21-22) e partecipazione alla sua gloria (v.24). Possiamo essere certi che la preghiera di Gesù sarà esaudita!

DOMANDE DI CONTROLLO
Davanti alle affermazioni scrivi "vero" o "falso".

1. Gesù pregò il Padre di togliere i Suoi discepoli dal mondo.
2. Secondo Gesù, la verità è ciò che la maggior parte delle persone ritiene giusto.
3. Uno degli scopi di Gesù, nel far conoscere il Padre ai discepoli, era di far loro sperimentare 1o stesso amore che il Padre aveva per Lui.

 

Capitolo 18

"Non berrò io IL CALICE?"

Secondo le leggi dei Giudei, un bestemmiatore doveva essere messo a morte. Essi accusarono Gesù di bestemmia perché Egli aveva affermato di essere il Figlio di Dio.

1. Chi venne ad arrestare il Signore? (Gv 18:3)


2. Cosa disse Gesù a Pietro, che aveva cercato di difenderlo con un'arma? (v. 11)


3. Chi era Caiafa? (vss. 13, 14)


4. Cosa rispose Gesù al sommo sacerdote quando questi gli chiese di spiegare la Sua dottrina? (vss. 20, 21)


Solo un ufficiale romano poteva condannare un uomo a morte. Perciò, dopo che il Sinedrio (il tribunale dei Giudei) ebbe condannato Gesù, i capi Lo portarono davanti al governatore romano, Pilato, per fargli pronunciare la sentenza di morte. Pilato non vide nessuna ragione di condannare Gesù a morte e provò a liberarLo.

5. Quale domanda importante Pilato rivolse a Cristo? (v. 33)


6. Con quali parole Cristo affermò la Sua sovranità? (v. 37)


7. Pilato considerava colpevole Cristo? (v.38)


8. I Giudei chi preferirono fosse liberato al posto di Cristo? (vss. 39,40)


In questo capitolo abbiamo visto l'inizio dell'adempimento della profezia fatta da Cristo in Giovanni 16:32: "Sarete dispersi... e mi lascerete solo". Giuda lo tradì e Pietro negò di essere uno dei Suoi discepoli. La paura potrebbe rendere sleale verso Cristo anche te?

DOMANDE DI CONTROLLO

Davanti a ogni affermazione scrivi "vero" o "falso".

1. Quando i soldati cercarono Gesù per arrestarlo, Egli cercò di fuggire loro.
2. Pietro andò davanti al sommo sacerdote per difendere Gesù.
3. Pietro confessa di essere un seguace di Gesù.
4. Il regno a cui si riferiva Gesù non è di questo mondo.
5. Pilato non trovo nessuna colpa in Gesù.

Capitolo 19

LA CROCIFISSIONE "è compiuto!"

Il diciannovesimo capitolo del vangelo di Giovanni ci rivela l'ora più oscura della storia del mondo, da quando il peccato contaminò la razza umana. Il puro ed irreprensibile Figlio di Dio fu rifiutato da coloro che avrebbero dovuto amarlo e onorarlo.

1. In che modo crudele Pilato permise che trattassero Gesù, dopo averLo proclamato innocente? (19:1-3)


2. In che modo i capi giudaici espressero il loro odio verso Cristo? (v. 6)


3. I capi giudaici avevano capito che Gesù affermava di essere Dio? (v. 7)


4. Quando Pilato cedette alla folla, dove portarono Gesù per crocifiggerlo? (v. 17)


Gesù fu tradito dalla giustizia e abbandonato dai Suoi amici. Fu dato in mano ai Suoi nemici e assoggettato alla morte che i Romani riservavano ai peggiori criminali. Egli, venuto dall'alto, si abbassò fino alla morte più vergognosa e bassa, la morte in croce.

5. Quale accusa formale venne inchiodata sulla croce di Gesù? (v.19)


6. Quale scrittura dell'Antico Testamento fu adempiuta dai soldati che Lo misero a morte? (v. 24)


7. Perché Gesù disse: "Ho sete"? (v. 28)


8. Quale profezia dell'Antico Testamento i soldati adempirono inconsciamente quando si trattennero dal rompere le gambe di Gesù? (vs. 31-37)


Poteva sembrare che Cristo fosse stato sconfitto, eppure egli era venuto nel mondo proprio per morire. Gesù aveva detto: "... è per questo che sono venuto incontro a quest'ora" (12:27); "Io do la mia vita per le pecore... nessuno me la toglie, ma la depongo da me" (10:15, 18). "Così bisogna che il Figlio dell'uomo sia innalzato, affinché chiunque crede in lui abbia vita eterna" (3:14, 15).

9. Dove fu sepolto Cristo? (vs. 38-42)


A causa dell'invidia dei Giudei, Gesù era stato crocifisso. Loro avevano voluto farGli del male, ma Dio aveva pensato di convertirlo in bene. Cristo pagò il prezzo per la salvezza di tutti coloro che avrebbero messo in Lui la loro fiducia. Gesù "portò i nostri peccati nel suo corpo... Cristo ha sofferto una volta per i peccati, lui giusto per gli ingiusti, per condurci a Dio" (1 Pietro 2:24; 3:18). Egli morì per i tuoi peccati.

DOMANDE DI CONTROLLO

Davanti a ogni affermazione scrivi "vero" o "falso".

1. I capi sacerdoti si rifiutarono di riconoscere Gesù quale Re.
2. Gesù fu crocifisso in un posto chiamato "del Teschio".
3. Nicodemo aiutò a preparare il corpo di Gesù per la sepoltura.

 

Capitolo 20-21

LA RISURREZIONE

I discepoli furono rattristati a causa della morte del Signore, ma arrivarono delle notizie che non riuscivano a credere! La tomba era vuota, ad eccezione dei panni in cui Gesù era stato avvolto. Una donna affermò di aver visto Gesù e che era vivo!

1. Chi fu la prima persona a parlare della tomba vuota? (20:1, 2)


2. Quali due discepoli corsero alla tomba, per vedere loro stessi? (20:3)


3. Quale parola assicurò a Maria Maddalena che il corpo di Gesù non era stato rubato, ma che era risorto davvero? (20:11-16)


In croce, Gesù aveva detto: "È compiuto"; Egli aveva pagato il prezzo per redimerci. Per 33 anni aveva vissuto una vita pura e immacolata, come nessuno di noi ha mai potuto vivere. Poi in croce Cristo offrì questa vita per pagare il prezzo per i nostri peccati. Quando diede il Suo sangue per uomini e donne peccatori, fu compiuto il grande sacrificio che rende possibile a tutti coloro che credono in lui di venire a Dio. Eppure, mancava ancora una cosa: doveva risuscitare.

4. Dove erano i discepoli quando Gesù apparve loro? Perché le porte erano chiuse? (20:19, 20)


Se Cristo fosse rimasto in potere della morte, ogni speranza di salvezza tramite Lui sarebbe stata inutile. Se la morte L'avesse potuto trattenere, avrebbe dimostrato di essere soltanto un uomo. Nessun uomo avrebbe potuto redimere gli uomini. Ma Cristo risuscitò veramente, vittorioso sulla morte!

5. Quale incarico Gesù diede ai Suoi? (20:21)


6. In che modo Cristo convinse Toma della realtà della Sua resurrezione? (20:24-28)



7. Come era il corpo risuscitato di Cristo? (20:19-20, 25-27)




8. Quale fu lo scopo principale di Giovanni nello scrivere questo vangelo? (vs. 31)



9. Lo scopo di questo vangelo è stato adempiuto nella tua vita?


Il Figlio di Dio morì per i nostri peccati, e risorse. Paolo dice: "Vi ricordo il vangelo...mediante il quale siete salvati, che Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture, che fu seppellito; che fu risuscitato il terzo giorno, secondo le Scritture" (1 Corinzi 15:1-4). Ecco il messaggio che i seguaci di Gesù devono annunciare: "Ravvediti e credi al Vangelo; credi che il Figlio di Dio morì per te e risuscitò".

Due cose trasformarono i discepoli: la certezza che Gesù aveva vinto la morte e la venuta nella loro vita dello Spirito Santo. Ora essi potevano affrontare senza paura la persecuzione e la morte. Erano rimasti invece impauriti e si erano nascosti quando Egli era stato arrestato.

10. Quale episodio ricorda Giovanni in 21:1?



11. Chi fu il primo a riconoscere Gesù in quest'occasione? (vs. 7)


12. Quante volte Gesù chiese a Pietro: "Mi ami?" (vs. 15-17)


13. Quale ordine Gesù diede a Pietro? (vs. 19-22)



14. I vangeli ci riportano tutto ciò che Gesù disse e fece? (vs. 25)



DOMANDE DI CONTROLLO

Davanti a ogni affermazione scrivi "vero" o "falso".

1. Pietro fu il primo a visitare il sepolcro di Gesù.
2. Due angeli erano alla tomba per dare notizie intorno a Gesù.
3. Maria Maddalena andò dai discepoli per riferire che lei aveva veduto il Signore.
4. I discepoli furono felici quando videro il Signore.
5. Toma fu il primo a credere che Gesù era veramente risorto.
6. Pietro andò a pescare e Gesù si rivelò a lui.
7. In questa occasione i discepoli non pescarono niente.
8. Questo era la seconda volta che Cristo apparve ai discepoli.
9. Gesù comandò a Pietro di pasturare le sue pecore.
10. Lo scopo di Giovanni nello scrivere era che delle persone potessero credere in Cristo ed essere salvate.

11. Questo studio ti è stato utile?
12. Ti sono rimaste delle perplessità?
13. Vorresti fare qualche altro studio biblico?

homepage - indietro