°

20 Agosto 1999

Pace in Cristo Gesù. Sono un (Fratello) della Chiesa di Dio e frequento la comunità PENTECOSTALE di Cercola (NA), ti scrivo per dirti che sono dispiaciuto,e non poco, per la vostra critica verso il movimento pentecostale. Io ho piena coscienza dell'esperienza che ho fatto, e posso tranquillamente invocare il sangue di Cristo sulla mia vita e professare che Cristo è il mio Signore. In me, ti posso assicurare che non c'è niente di diabolico. Anche se è vero che spesso si cade nella ricerca spasmodica della manifestazione, più che cercare la vera comunione con Dio, ciò non significa che l'esperienza che molti fanno sia genuina. Aldilà di ogni congettura, posso solo dirti che vedo tanta divisione tra le CHIESE, e che molti si prodicano affinchè ogni diversità diventi motivo di dissidio. Cerchiamo invece di essere uniti, abolendo la critica e la presunzione. (Nessuna confessione religiosa è senza pecca, anche la Chiesa dei Fratelli rientra in ciò). Proprio per questo mi piace dire che  appartengo alla Chiesa di DIO.

Luigi

 

RISPOSTA
il 21. Agosto 1999

Carissimo fratello Luigi,
che la pace del Signore Gesù sia con te!
Tante grazie per la tua lettera, che mi ha fatto tanto piacere.
Chi sa quanti hanno letto ciò che abbiamo messo nelle nostre pagine senza aver reagito. Tu invece hai reagito e questo mi fa un immenso piacere.

Giovedì, nella nostra assemblea abbiamo studiato Proverbi 12. Nel versetto 1 Salomone ci dice:
"Chi ama la correzione ama la scienza, ma chi odia la riprensione è uno stupido" e nel versetto 15 "La via dello stolto è diritta ai suoi occhi, ma chi ascolta i consigli è saggio". Ci siamo fermati su questi due versetti per tutta la sera e abbiamo detto al Signore di aiutarci affinché non ricalcitriamo quando siamo ripresi.
  Credimi che anch'io soffro moltissimo sotto la divisione della Chiesa del Signore che è una e non identificabile con nessuna organizzazione o denominazione.
Prego ogni giorno che il Signore ci illumini per fare solo la Sua volontà.
Sono consapevole che anche nella Chiesa detta "dei Fratelli" ci sono delle pecche. Per quanto dipende da me cerco di fare il mio meglio a correggerle quando le vedo. Ti sarei riconoscente se tu potessi farmi conoscere degli errori nel seno delle nostre assemblee. Tante volte una persona esterna ha una visuale migliore di chi ci vive in mezzo.
  Il Signore ci ordina di amarci gli uni gli altri e ciò significa pure di correggerci. Non so con quanta obbiettività sei riuscito a leggere sia le testimonianze che gli studi riguardante il Movimento pentecostale che ho nella nostra pagina Web.

So che a volte è difficile essere obbiettivi quando ci si mette in dubbio. Vedi ciò che ne scrisse Salomone. Ti rassicuro che le riflessioni che ho messo nelle pagine Web no le ho messo per criticare, ma per aiutare, per amore di chi non ha alcuna possibilità di verificare se la sua fede corrisponde all'insegnamento biblico o meno. Credo di avere il dovere davanti al mio Signore di non tenere nascosto ciò che Egli mi ha fatto comprendere in quasi 50 anni di vita spirituale.
Ringrazio il Signore per quello che Egli fa anche attraverso le varie chiese pentecostali. Gli sono anche tanto riconoscente per la luce che Egli mi ha dato.
Ho alcuni amici che erano pentecostali che pensavano pure che le loro esperienze erano genuine
fintanto che il Signore ha aperto loro gli occhi.

  Ti sarei sommamente riconoscente se tu potessi indicarmi degli errori dottrinali o anche frasi solo infelici in ciò che ho scritto. Ti assicuro che prenderò sul serio ogni tua osservazione e sono disposto di correggere immediatamente ogni errore. Non solo non voglio sbagliare in ciò che affermo, nemmeno nella forma. Ho mandato i miei due libri a vari pastori pentecostali per ricevere delle osservazioni, purtroppo senza alcun esito.

  Penso che sei d'accordo con me che dietro una falsa dottrina c'è uno spirito di seduzione e non lo Spirito Santo, anche se le manifestazioni possano essere piacevoli o spingere perfino alla santificazione. Che il Signore ci benedica nella nostra comunione!  

Ti abbraccio nel nome del nostro amato Signore Gesù

Klaus