°

20.02.2000 Saluti e dissenso

Carissimo Klaus,
Mi chiamo G. L., sono nato a L. S., ho 29 anni e sono un credente delle Assemblee dei Fratelli di M.
Ho frequentato per 10 anni i campi di studi bibblici di Giona Prencipe, e per alcuni di questi ho avuto come monitrice tua moglie Evangelina, alla quale rivolgo un particolare saluto.La ricordo con affetto.   Sono qui a M. con la mia famiglia , da circa due anni perchè ho un bimbo disabile che frequenta una scuola specializzata.  Il Signore ha voluto darci questa prova, che si sta rivelando una meravigliosa benedizione.

Ora vengo al motivo della mia e.mail.
Pur apprezzando, il tuo sito, sono rimasto meravigliato del fatto che  abbiate incluso in una lista dei "movimenti religiosi" dove figuravano Cattolici , Mormoni, TDG , anche i nostri fratelli Pentecostali.

Ho pensato si trattasse di un errore, ma poi ho letto alcuni articoli che li rigurdano e...Ai me era la cruda realtà.

  Il movimento pentecostale, è troppo vasto , per fare di tutt'erba un fascio. Io ringrazio Dio di avermi dato la possibilità di aver conosciuto dei cari fartelli Pentecostali, e di averne goduto un intima e benedetta comunione, pur non condividendo tutto. Questa esperienza a rafforzato la mia fede, la mia crescita, e il mio ministerio di predicazione. Io sono delle Assemblee dei Fratelli, per convinzione e non come un insofferente, ma essere parte di questo movimento , non mi permette e non mi autorizza a discriminare altri movimenti evangelici per il quale Cristo è morto ed è risorto . Penso che anche i fratelli pentencostali, avrebbero  qualcosa da dire , sugli schemi e sulle tradizioni umane con la quale molte delle nostre chiese hanno a che fare . Credo potrebbero insegnarci qualcosa, sull'entusiasmo e lo zelo con la quale bisognerebbe servire il Signore, zelo che moltissime nostre chiese hanno perso . Credo anche potrebbero insegnarci, qualcosa sulla gioia e sull'allegrezza che dovrebbero caratterizzare i nostri culti, che sono al contrario in molte chiese segnati da apatia e tristezza e tiepidezza. Credo, in ultimo, che potrebbero insegnarci qualcosa, sulla preghiera che ottiene, e della quale molte delle nostre chiese honno solo nostalgia. Per quanto mi riguarda, i pentecostali, non sono meno fratelli dei "Fratelli". Non ho volutamento, usato brani bibblici, perchè questo non è uno studio , ma un lettera da un fratello ad un'altro fratello.   Spero che tu possa coglierne il mio desiderio di contribuire al bene della chiesa e alla gloria di Dio.
Prego il Signore che possa guidarti nel tuo cammino in sieme a tua moglie come ha fatto fino ad ora. Ti stimo, ti apprezzo , e ti amo nel Signore . Dissentire, è meglio che farsi una gratuita maldicenza. Permettimi di dirti ancora che prego, che il Signore, possa parlarti a questo riguardo .
  Ora ti saluto nel Signore, ed attendo un tuo saluto ed una tua risposta , se credi. L.G.

°

28.02.2000
Concerne: Grazie!

Carissimo Klaus,
desidero ringraziarti, per aver  tolto dall'indice dei "Movimenti religiosi": " Il Movimento pentecostale". La tua disponibilità a rivedere alcune scelte, accresce ancora di più la mia stima nei tuoi confronti. Sono contento, che hai considerato la mia e-mail, nel modo giusto, ciò non come la solita polemica , ma come un'opinione utile per la gloria di Dio. ..........

Ti saluto , invocando su te e la tua famiglia ogni benedizione e grazia da parte del Signore.  
Tuo in Cisto. Giacomo

°

RISPOSTA
02.03.2000

Caro Giacomo,
ti ringrazio per la tua premura ti comunicarmi il tuo dissenso riguardante lo spazio in cui avevo messo "Il Movimento pentecostale" e ti ringrazio pure per la tua immediata lettera in cui mi hai comunicato la tua soddisfazione quando hai visto che ho tolto subito il posto dei siti con gli studi riguardanti alcune convinzioni pentecostali.
Sì, voglio essere  sensibile verso qualsiasi obbiezione che ricevo, che mi aiuta a correggermi quando sbaglio. La mia vita non ha nessun valore se non si evolve lungo i sentieri del Signore. Lo scopo delle nostre pagine WEB è di aiutare la fratellanza con quella luce che il Signore ci ha dato e di riceverne di più da chi ha ricevuto di più. So che come fratelli abbiamo bisogno gli uni degli altri.
So che ci sono differenze fra i vari movimenti pentecostali. Ho studiato questo fenomeno da circa 40 anni. Non è il mio intento giudicarli e nemmeno di fare di ogni erba un fascio. Credo che i temi, che ho affrontato, rispecchiano fedelmente l'insegnamento della Bibbia, divisa in modo retto e non tendenziosamente, ma considerandoli nel
contesto globale della rivelazione di Dio.

Purtroppo certi errori si sono introdotti nella Chiesa del Signore non per cattiva volontà ma per mancanza di una conoscenza globale delle Scritture e così di una mancante considerazione del contesto.
Sono anche convinto che dietro un falso insegnamento c'è uno spirito seduttore il quale si ribella quando viene rivelato. Ma abbiamo la promessa del Signore che il Signore aiuta chi è sincero, chiunque egli sia.
È un fatto che il Signore salva delle persone tramite strumenti imperfetti. Così ringraziamo il Signore che Egli salva delle anime tramite le tante denominazioni pur essendo le denominazioni una abominazione.

 
Non è per caso che faccio parte del movimento dei così detti "Fratelli". Credo nella validità della nascita di questo movimento. Sono pure cosciente che questo movimento non rispecchia appieno il pensiero del Signore. Credo che nessuna chiesa locale, di nessun  movimento, possa pretendere di essere la perfetta immagine del pensiero del Signore, essendo composta di peccatori perdonati ma non ancora perfetti.
Per quanto riguarda me e le chiese locali in cui il Signore ci ha messi per servirLo cerchiamo con la Sua grazie portare avanti l'opera secondo la comprensione che abbiamo del pensiero del Signore, chiedendo a Lui di darci la Sua visione e siamo riconoscenti per ogni correzione che possiamo ricevere.
  Ricevendo la tua lettera ho pensato che forse sarebbe opportuno di metterla (senza nome e indirizzo), insieme alle altre, che abbiamo ricevute, nelle pagine WEB per incoraggiare anche altri ad esprimersi, perché soltanto così possiamo esserci di aiuto a vicenda.
 
Scusami se non ti ho risposto subito, ma ho pochissimo tempo libero e devo sempre lottare nel riconoscere le priorità che devo dare ai vari impegni.
  Ben volentieri ti manderò le nostre notizie. Un argomento per cui  potrei chiedervi a pregare è: che il Signore possa darci la Sua visione per la Sua chiesa in Sardegna.
Con affetto fraterno
Klaus