Charles T. Studd, di Norman Grubb, Editore ADI

Il libro è assai stimolante. Ciò che turba sono una serie di espressioni non conformi alla Scrittura vista nel suo insieme. Potrebbe essere che ciò dipenda dalla traduzione.
Faccio notare i seguenti errori:

Pag. 61 Il battesimo nello Spirito qualifica per la missione. Ciò è vero, ma il pensiero è sbagliato in quanto ogni vero credente ha ricevuto il battesimo dello Spirito Santo e perciò è atto alla missione. Ciò però non esclude che un credente possa rattristare col suo comportamento lo SS e manifestare una vita carnale.

Pag. 67 ”Spirito Santo non lasciarci solo” . Lo SS non lascia i credenti mai soli!

Pag. 83 "Egli darà lo SS a quelli che lo chiedono". - Ciò era così prima della Pentecoste.

Pag. 84 Poi chiedo alla persona di chiedere lo SS. - Ciò andava bene prima della Pentecoste.

Pag. 85 Quando i predicatori credono nello SS. - I predicatori che non credono nello SS non sono credenti.

Pag. 121 ”Il fiero battesimo dello SS trasformerà i cristiani dall’acqua di rose ..” - Errore ripetuto. Vedi Pag. 67.

Pag. 132   Cercarono una maggiore effusione dello SS. - Dica meglio un’opera più potente dello SS.

Pag. 148 ”..fin quando lo SS non fosse sceso su di loro” = fintanto che non si fossero convertiti.

Pag. 148 ”i frutti dello Spirito” - Paolo parla del frutto dello Spirito.

Pag. 150/151 Importante affermazione!

Pag. 151 Battezzati e animati dallo stesso Spirito - è biblicamente giusto anche se noi non usiamo questo termine, per non essere fraintesi.

Pag. 154 ”il desiderio di abbandonare il peccato ..... con l’obbiettivo di ricevere lo SS.” Il nostro obbietivo non è di ricevere lo SS ma di essere nel giusto rapporto con Dio.

home / indietro