Perché viviamo e perché moriamo?
Noi viviamo per volontà di Dio indipendentemente se crediamo a Lui o no.
La vita assume il suo vero valore quando troviamo il contatto con la sorgente della vita, l'autore della vita.
Sta scritto nelle Sacre Scritture: "in lui (Gesù) sono state create tutte le cose che sono nei cieli e sulla terra, le visibili e le invisibili: troni, signorie, principati, potenze; tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui. Egli è prima di ogni cosa e tutte le cose sussistono in lui." Colossesi 1:16-17
Riassumendo: tutti noi siamo stati creati per volontà di Gesù e per Gesù.
Noi moriamo a causa del peccato. Sta scritto: "Il salario del peccato è la morte" Romani 6:23.
Ma Cristo Gesù si è fatto uomo ed è morto sulla croce per espiare i nostri peccati in maniera che credendo in lui possiamo avere il perdono e la vita eterna.
Sta scritto: "Il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù" Romani 8:23b.
Rivolgendoci a Gesù per ottenere il perdono dei peccati inizia una vita nuova. Ogni giorno da ora in poi è prezioso in quanto in comunione con Gesù e cibandoci della Parola di Dio (la Sacra Bibbia) veniamo trasformati alla somiglianza Sua in vista della eterna gloria che ci attende.
Se invece ignoriamo Gesù nella nostra vita accumuliamo dei peccati per i quali domani dovremo rendere conto.
Ebrei 9:27 " è stabilito che gli uomini muoiano una volta sola, dopo di che viene il giudizio."
Atti 17:30-31 "Dio dunque, passando sopra i tempi dell'ignoranza, ora comanda agli uomini che tutti, in ogni luogo, si ravvedano, perché ha fissato un giorno, nel quale giudicherà il mondo con giustizia per mezzo dell'uomo (Gesù Cristo) ch'egli ha stabilito, e ne ha dato sicura prova a tutti, risuscitandolo dai morti".