Natale 2009
Vi salutiamo con un reportage di foto riguardante
le festività di natale in 100 villaggi!


un saree

Oltre ai 10.000 bambini e giovani che curiamo altri 3.000 poveri zingari ricevettero nuovi vestiti.
Nel solo distretto di Andhra Pradesh abbiamo potuto regalare a più di 2.000 donne dei saree, della biancheria intima e delle camice. Loro sono talmente poveri che la maggior parte non ha biancheria intima.

Il nostro Signore disse tramite il profeta Isaia (58,7): "Quando vedi un nudo coprilo ..."


Questi tre possono ridere, perché fra poco riceveranno dei vestiti nuovi
I bambini hanno sentito che si stava cucinando qualcosa di buono per loro. Prima che Contactions venne per aiutarli spesso non avevano niente da mangiare per due giorni. In parte mendicavano o rubavano ciò che potevano acchiappare. Era un esperienza di successo quando avevano qualcosa da mettere fra i denti. E ora si preparava un pranzo di festa per loro. Presto cercavano dei recipienti vuoti per farli riempire con riso.
Abbiamo bisogno di 400 quintali di riso ogni mese, lentichie e verdure.

Molti dei nostri amici ci hanno mandato per natale delle offerte extra per poter fare dei regali ai bambini e alle donne. Questo programma si porta avanti ogni anno. I vestiti vengono comprati già durante l'estate. Pensate per 20,00 euro possiamo fare dei regali a 3 bambini e in più offrire loro un campo biblico per 10 giorni nell'estate .

Ringraziamo di cuore tutti coloro che ci hanno aiutato e continuano a farlo!

 

Sofia controlla il deposito dei vestiti Pronti per il viaggio negli accampamenti La cappella chiama gli ospiti
Samuele apre la festa Tutto inizia con la preghiera Alle feste le danze non mancano mai
Anche i piccoli sono pienamente impegnati Intanto si prepara il pranzo L'annuncio di natale

Natale quando Samuele (il responsabile di Contactions in India) era bambino
Sua
mamma non aveva denaro per cucinare qualcosa, meno ancora da comprare dei regali. Samuele racconta: "A natale avevamo niente da mangiare e avevamo fame. Ho sempre ricordato che ciononostante abbiamo ringraziato Dio, che Egli ha mandato suo figlio Gesù come bambino povero in questo mondo".
Questa esperienza ha talmente formato Samuel che egli si impegna con tutte le sue forze e mezzi affinché bambini poveri possano festeggiare il Natale e non soltanto in questo giorno ma tutto l'anno.


Il pranzo è pronto Padre ti benediciamo per questo cibo

Tutti possono mangiare a sazietà

-
Già indossano i nuovi vestiti
Quasi tutti i bambini dalla 6° classe ricevono anche una Bibbia.
Alcuni conoscono fino a 200 versetti a memoria.


Le donne sono felicissime
che si è pensato anche a loro


Una corale europea canta per loro

La persecuzione aprì nuove porte – Natale in Allukuli

Vi abbiamo parlato alcune volte di questa colonia. Le nostre collaboratrici dovevano abbandonare nell'autunno 2008 gli 80 bambini e giovani a causa degli estremisti Indù. Certi bambini soffrivano di nuovo la fame. Noi avevamo le mani legate per ogni aiuto pubblico. In quel tempo le nostre collaboratrici cercavano altri Dalid. Nelle vicinanze trovarono una tribù molto povera, produttori di cestini, che chiese aiuto. Si acconsentì. - Ciò che era quasi inpensabile divenne possibile. Così il 12/12/2009 si è potuto festeggiare il Natale con i bambini di ambedue le colonnie in un posto segreto.

Grazie “alla persecuzione” in Allukuli (che sta diminuendo) abbiamo conosciuto i Dalid, che fanno cestini, e curiamo anche i loro bambini.

INDIETRO