Marzo 2015

 

L'aiuto di Contactions inizia con il sostegno sociale dei poveri Dalid. Affinché i bambini vengano liberati dal lavoro e dal mendicare ricevono riso, lenticchie e olio. Questi nutrimenti bastano per tutta la famiglia. In più i bambini ricevono dei vestiti e possono andare a scuola. Nel Giugno 2014 19.680 bambini hanno ricevuto questo aiuto.

 

Malati
mentre
cucina
a casa

La vita dei Dalid in India tante volte è distrutta dal consumo dell'alcool. Quando i padri sono ubriachi soffre tutta la famiglia. L'alcool non migliora la miseria ma induce questa povera gente in maggiore sofferenze.

Malati ha 16 anni E' la figlia più anziana di Tangavel. Lei racconta come era la sua vita prima che Contactions raggiungesse la sua famiglia:
"Otto anni fa mio padre era dipendente dall'alcool. Ogni volta quando Samuele (responsabile della Missione) veniva nella nostro colonia per raccontarci dell'amore di Dio e di Gesù, mio padre, perché era ubriaco, gridava. Samuele sottolineava sempre che Gesù può trasformare pienamente una persona. Spesso mio padre giaceva svenuto in un canale delle fogne e lo dovevamo trasportare a casa.

Mia madre era la prima nella nostra famiglia che ha creduto in Gesù e poi anche mio padre. Ambedue furono battezzati nell'anno 2007 e la loro vita fu completamente trasformata. Mio padre fu liberato dall'alcool, imparò a guidare la macchina e fu assunto come autista da Contactions. Da quel tempo è un fedele collaboratore. Trasporta generi di aiuto per la varie colonie e è diventato un esempio per tutti. Dopo la conversione di mio padre ho potuto studiare bene per la scuola. Per il prossimo anno mi preparo per la maturità. Anch'io voglio essere presto battezzata. Attendo questo giorno con ansia.
Ho ancora tre fratelli, che grazie a Contactions possono andare a scuola. Noi tutti siamo riconoscenti per questo aiuto".

 

Sukanja ha 18 anni.
Studia per diventare infermiera.
Lei vive con i suoi genitori in una colonia in cui i Cristiani vengono minacciati da estremisti indù, nel caso che vengono battezzati. Ciononostante lei e i suoi genitori vogliono fare questo passo. Sukanja vuole servire nella sua colonia come infermiera.

Informazioni precedenti