Siamo contenti di aver fatto"la Mostra del libro Cristiano" ad Alghero dal 19 al 25 Marzo.
Per quasi tutti i giorni c'era un forte vento e tanta pioggia in maniera che solo le persone veramente interessate hanno avuto il coraggio di uscire.

Abbiamo pregato il Signore del vento e della pioggia affinché cambiasse il tempo. Egli non ha esaudito i nostri desideri. Allora ci siamo ricordati che dobbiamo ringraziarLo per ogni situazione e abbiamo iniziato a farlo.

Per questa Mostra abbiamo avuto il pieno sostegno dell'assessore della cultura. Egli ha convocato una conferenza stampa e scritto una comunicazione a tutti i presidi delle scuole inoltre siamo stati patrocinati dal. Comune. L'assessore ha aperto la mostra ed è stato presente anche alla chiusura. Perciò dobbiamo un sincero grazie a lui e tutta l'amministrazione.

Le persone che hanno visitato la mostra hanno ricevuto sia una informazione culturale/storica sulla Bibbia che un'informazione precisa come un Ebreo poteva avere il perdono dei peccati e entrare in comunione con Dio. Per questo ci è servito il modello del tabernacolo (1:100). Tutti i visitatori hanno potuto così anche comprendere la via della salvezza per noi oggi.
La Mostra del Libro cristiano sembra il migliore metodo "oggi" per presentare il messaggio di Dio alla nostra generazione.
Intanto aiuta anche i credenti di approfondire tanti aspetti storici, culturali e spirituali importanti.

Un maestro, dopo la visita e qualche scambio di pensiero ha esclamato: "Ma questo è il messaggio più bello che abbia mai sentito".
Un altro maestro di religione mi ha visto alla televisione e ha realizzato che ci siamo conosciuti 20 anni fa. Ora desidera il mio aiuto quando dovrà spiegare la Riforma alle sue classi.
Un altro giovane è venuto varie volte per avere informazioni approfondite su vari argomenti.
Una coppia, che conosciamo da vari anni, è venuta a tutte le conferenze serali in cui abbiamo approfondito gli argomenti che non si poteva chiarire a sufficienza durante la conduzione attraverso la mostra.

Scheda mostra e della storia - avanti